View in browser
Le 4 opzioni di geolocalizzazione delle Facebook ADS

Ciao ,

ecco la mia seconda newsletter 😀.

Parlo ancora di Facebook ADS e sempre di targetizzazione, ma questa volta voglio soffermarmi sulla geolocalizzazione.

È uno dei tanti parametri che Facebook usa per proporti contenuti sponsorizzati o meno. Quando faccio docenza mi ci soffermo per 2 motivi:

  • È una delle informazioni che non riuscirai in nessun modo a nascondere a Facebook.

In teoria potresti negare all’app di Facebook l’accesso al sensore gps che hai nello smartphone e, sempre in teoria, potresti spegnere il rilevatore gps del tuo telefonino. Anche facessi una di queste cose, per poter navigare su Facebook, dovresti comunque connetterti a internet attraverso la linea telefonica fissa (tramite cavo o wi fi) o mobile: ecco che Facebook sfrutterà i dati della connessione per sapere dove sei.

Quindi Facebook saprà sempre dove ti trovi.

La cattiva notizia è che userà questa informazione per mostrarti le ads e saranno tanto più pertinenti, quanto più sarà bravo l’inserzionista a usarla. La buona notizia è che questo inserzionista potresti essere tu.

  • Arriviamo al secondo motivo: Facebook mette a disposizione degli inserzionisti 4 modalità per sfruttare la geolocalizzazione.

Prima di impostare una o più località hai a disposizione un menù a tendina che offre 4 opzioni per il luogo.

  1. Le persone che vivono o si trovavano in questo luogo di recente. È la scelta predefinita ed è anche la più ampia e comprende tutte le successive.
  2. Le persone che vivono in questo luogo. Ossia le persone la cui casa si trova all’interno dell’area geografica che andrai a selezionare. Con buona approssimazione rappresentano i residenti o i domiciliati.
  3. Le persone che di recente si trovano in questo luogo. Ossia le persone la cui posizione più recente era all’interno dell’area, ESCLUSE le persone che vivono in quel luogo, ossia i turisti e i pendolari.
  4. Le persone che viaggiano in questo luogo. Ossia le persone la cui posizione più recente era all’interno dell'area e che hanno la casa in un luogo distante 200 km, che potremmo identificare come turisti sia di piacere che di “lavoro”.

In caso di pubblicità elettorale magari comunale o regionale, ha senso includere anche i gruppi 3 e 4?

Se invece offri servizi per turisti, è opportuno escludere il gruppo 2 non credi?

Quindi, pensa se la tua ads è destinata ai residenti/domiciliati in una determinata zona o invece è più prettamente “turistica” e targettizza di conseguenza: migliorerai di gran lunga il rendimento della tu ads!

3 webinar gratuiti sul social media marketing

Assieme a LEN Service Onlus ho organizzato 3 webinar di un'ora ciascuno, sempre, ovviamente sul social media marketing.

3 appuntamenti che vogliono dare un'infarinatura sul mondo dei social in modo poi che le persone possano capirne appieno le potenzialità ed eventualmente approfondirle e/o saper scegliere un professionista cui affidarsi.

Il primo appuntamento è per martedì 30 giugno alle ore 17: Facebook e Instagram per il commercioUno sguardo veloce sulle vecchie e nuove opportunità che il sistema Facebook ha implementato per fare "social commerce".

Il secondo appuntamento è per martedì 7 luglio sempre alle 17: Promuovere la tua azienda con le Facebook ADS. Parlerò delle potenzialità e di alcune caratteristiche chiavi del sistema di ADS di Facebook.

Il terzo appuntamento (e non è detto sia l'ultimo) è invece in programma per martedì 14 luglio alle ore 17:00 con Instagram per le piccole e medie imprese. Un focus sul funzionamento dell'algoritmo di Instagram e dei modi per sfruttarlo a proprio vantaggio.

Iscrivendoti ai webinar avrai 3 possibilità:

1) approfondire un aspetto del social media marketing

2) conoscere il mio gatto che sicuramente farà una comparsata in webcam.

3) prenotare una video consulenza gratuita di un'ora col sottoscritto.

Un film per staccare (e pensare)

Suoi miei social personali ho parlato pochissimo di quanto è accaduto negli Stati Uniti in merito alla morte, anzi all’uccisione di George Floyd da parte di un agente di polizia, ma ho letto tanto e davvero non mi capacito come vi possano essere ancora discriminazioni in base al sesso, alla razza, all’orientamento affettivo…


Sono tanti gli articoli, gli approfondimenti, i libri, le serie tv o i film che trattano la discriminazione dei neri, ma a me è tornato in mente Soul Man (come il titolo della canzone di James Brown) che lo fa, o almeno ci prova, in maniera leggera. Lo puoi rivedere su Prime Video.

Ti è piaciuta questa newsletter? Inviala ad un amico!
Le ultime dal blog
Le linee guida social per i tuoi dipendenti

Avere delle linee guida social ben definite per i tuoi dipendenti/colleghi è importante sia per […] L'articolo Le linee guida social per i tuoi dipendenti è stato pubblicato originariamente su Davide Morante .

Leggi di più
Il link in bio di Instagram: 6 modi per sfruttarlo al meglio

Il link in bio di Instagram è un bene prezioso visto che è l’unico link […] L'articolo Il link in bio di Instagram: 6 modi per sfruttarlo al meglio è stato pubblicato originariamente su Davide Morante .

Leggi di più
Alla prossima,
Davide Morante

strada Montanara 21, Parma
Italy

facebook instagram linkedin

Hai ricevuto questa email perché ti sei liberamente registrato attraverso i form presenti sul mio sito Web. Se ti vuoi cancellare da questa lista clicca qui sotto 

Voglio cancellarmi
MailerLite